top of page
  • Immagine del redattoreFisioterapia Sistema

Che cos'è il KINESIO TAPING?






Il kinesio taping è un metodo di trattamento che utilizza cerotti elastici colorati applicati sulla pelle in caso di patologie ortopediche, circolatorie, neurologiche o reumatologiche. “Tape”in inglese vuol dire cerotto, “kinesio” indica invece il movimento.

È stato inventato negli anni ’70 dal dottor Kenzo Kase, un chiropratico giapponese, che ha avuto l’intuizione che un semplice cerotto elastico a seconda di come viene applicato sulla pelle può produrre effetti diversi.


Come funziona?


A seconda di come viene posizionato sembrerebbe influenzare il rilassamento della muscolatura contratta oppure stimolare la contrazione di un muscolo debole. Questo non è dimostrato scientificamente ma sicuramente l’azione del tape deriva dalla stimolazione dei recettori cutanei che mandano informazioni al nostro cervello e ai nostri muscoli. L’azione del taping sarà diversa a seconda del modo in cui viene applicato e a seconda della reazione del paziente.

Il cerotto può essere applicato in due modalità:

  • Con tensione (può stabilizzare un’articolazione, favorire il reclutamento di un muscolo, correggere la direzione di movimento o la posizione di un’articolazione, contenere un’edema)

  • Senza tensione, in questo caso muovendo la zona dove c’è il cerotto noterai la formazione di piccole pieghette sul tape e sulla pelle di conseguenza. In questo caso migliora la circolazione locale perché si produce una sorta di massaggio che stimola principalmente la circolazione linfatica, più superficiale. Possiamo anche in questo modo favorire il rilasciamento muscolare o il miglioramento di aderenze cutanee e cicatrici


Cambia la funzione in base al colore?


No la funzione è la stessa indipendentemente dal colore.


Contiene farmaci?


No nessun farmaco, è un nastro di cotone elastico che aderisce alla pelle


Chi può applicarlo?


Lo applica il fisioterapista che ha seguito dei corsi di perfezionamento per la sua applicazione. È importante sottolineare che si tratta di una tecnica da integrare al trattamento insieme e a completamento di altre metodiche, raramente si utilizza esclusivamente il tape.

In alcuni casi insegno al paziente o a un parente l’applicazione in caso specifico che può essere ripetuta a casa. Ovviamente quella applicazione andrà bene per quel paziente in quella situazione clinica, non per tutti!


Ci sono controindicazioni?


Le uniche situazioni in cui è meglio non applicarlo sono problematiche cutanee: note allergie a cerotti, lesioni cutanee o arrossamenti, fragilità della pelle. Dico sempre al paziente di toglierlo nel caso sentisse bruciore è in ogni caso di tenerlo al massimo 5 giorni per evitare irritazioni.


Serve davvero?


Può essere molto utile a completamento della terapia manuale e/o strumentale.  Considera che viene applicato sulla pelle che è ricca di recettori che mandano informazioni al cervello e ai tessuti sottostanti, e rimane in posizione per almeno 4-5 giorni. Più il paziente si muove con il cerotto più questo funziona.

Nel mio studio di Magenta e di Abbiategrasso utilizzo il taping per trattare edemi (gonfiori), cicatrici, problemi muscolari, tendiniti, ematomi, inestetismi cutanei, rughe della pelle e tante altre patologie con ottimi risultati!


Dott. SOFFIENTINI LUCA osteopata e fisioterapista


Kommentare


bottom of page